Durante l’evento tenutosi in occasione del CES 2021 Asus ha presentano due nuovi ZenBook Duo, lo ZenBook Pro Duo 15 (UX582) e lo ZenBook Duo 14 (UX482). I notebook introducono diverse novità rispetto ai modelli 2020 e Asus spera di ripetere il successo avuto lo scorso anno, in cui sono stati raggiunti risultati di vendita decisamente soddisfacenti.

Partiamo parlando del modello da 15 pollici, lo ZenBook Pro Duo 15 OLED. La prima novità rispetto al modello visto in precedenza è lo ScreenPad Plus inclinabile, lo stesso visto sul ROG Zephyrus Duo. Lo schermo secondario da 14 pollici è touchscreen offre una risoluzione 4K, una maggior luminosità (400 nit) ed è il compagno perfetto per lo schermo principale, un OLED 4K HDR touchscreen con rivestimento opaco, certificazione Pantone e DisplayHDR True Black 500.

Sotto la scocca troviamo un processore Intel Core i9 di ultima generazione, una scheda grafica RTX 3070, fino a 32 GB di RAM e fino a 1 TB di spazio d’archiviazione tramite unità a stato solido. Lato connettività spicca il supporto al WiFi 6 e la presenza di due porte USB con Thunderbolt 3. Lo ZenBook Pro Duo 15 OLED è inoltre certificato Nvidia Studio e risulta perfetto per i creatori di contenuti.

Al di là dell’hardware di nuova generazione, le novità ruotano tutte intorno allo ScreenPad Plus, rivisto e migliorato sotto diversi aspetti. Come detto si solleva, facilitandone l’utilizzo e allo stesso permettendo al sistema di raffreddamento di avere più aria in ingresso, inoltre l’interfaccia è stata migliorata ed è ora più semplice da usare e meno invasiva.

Tramite una rapida scorciatoia (tre tocchi con le dita) è anche possibile usarlo come un gigantesco touchpad, inoltre si possono creare deck personalizzati per alcuni software come Photoshop, Premiere e Lightroom, che si apriranno in automatico ogni volta che avviate uno di questi software. A questo proposito, Asus ha aperto a tutti gli sviluppatori la possibilità di collaborare per ottimizzare questa funzionalità e ampliarla al maggior numero possibile di programmi.

Lo ZenBook Duo 14 è più piccolo, ma altrettanto interessante. È certificato Intel Evo e mette a disposizione tutta la potenza di un processore Intel Core Tiger Lake di undicesima generazione, accoppiato alla grafica integrata Intel Iris Xe oppure a una Nvidia MX450 e a un massimo di 32 GB di RAM.

Ritroviamo anche qui tutte le novità viste sul fratello maggiore per quanto riguarda lo ScreenPad Plus: inclinazione di 7 gradi che assicura una maggior leggibilità, software migliorato e possibilità di usarlo come touchpad. Anche lo schermo principale è touchscreen e con un rivestimento opaco, vanta cornici estremamente sottili, certificazione Pantone con copertura 100% dello spazio sRGB e risoluzione Full HD.

Il nuovo ZenBook Duo 14 integra una batteria a lunga durata, che garantisce fino a 17 ore di autonomia e permette di essere sempre operativi, anche in mobilità. Se doveste ritrovarvi a corto di energia, l’alimentatore USB C da 65 W supporta la ricarica rapida, così da permettervi di tornare operativi dopo pochi minuti.

La dotazione porte mette a disposizione due USB C con Thunderbolt 4, con supporto a Power Delibery e uscita video DisplayPort, che consente di collegare un display esterno 8K o due monitor 4K. Per quanto riguarda la connettività wireless, come sul fratello maggiore è supportato il più recente standard WiFi 6.

Non abbiamo informazioni riguardo prezzi e disponibilità dei nuovi ZenBook Duo, ma arriveranno sul mercato nel corso di questo 2021. Se invece siete possessori dei modelli 2020, abbiamo una buona notizia: tutte le novità software dello ScreenPad Plus arriveranno anche sui vecchi modelli tramite un aggiornamento.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Razer Blade, i gaming notebook si aggiornano con le nuove schede grafiche Nvidia RTX Mobile

next
Articolo Successivo

Senza Steve Jobs, Apple ha smesso di innovare. Ma così non durerà a lungo

next