Renzi? In questi giorni sta dicendo: ‘Non voglio far cadere il governo, voglio farlo muovere’. E’ la stessa retorica dello ‘stai sereno’ che adottò con Enrico Letta“. Sono le parole pronunciate a “Otto e mezzo” (La7) dal deputato di LeU, Pier Luigi Bersani, che aggiunge: “Io credo che comunque Renzi punti ad aprire una crisi per acquistare centralità, per dettare i compiti, per fare il demiurgo. Bisogna vedere se ci riesce perché giustamente Conte e il resto della maggioranza vedono con un certo grado di perplessità che un governo in carica vada dal presidente della Repubblica per dire che c’è una crisi. Mi sembra una cosa piuttosto curiosa”.

Bersani sottolinea: “Una cosa è certa: non avremo ‘la crisi della bozza’, perché tutto questo pandemonio, che sta facendo stupire e un po’ indignare l’Europa, nasce da una bozza, che giustamente viene poi corretta. Il resto sono chiacchiere pretestuose. Se fossi al posto di Conte, per l’amor di Dio, non farei una riedizione dello scontro con Salvini, ma andrei, papale papale, al Parlamento e senza nominare Renzi, presenterei il Recovery Plan. Il fine ultimo di Renzi è quello di diventare segretario generale della Nato? Non so che cosa ci sia da rottamare lassù, però può essere anche questo“-

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

La7, la studentessa contro Matteo Renzi: “Parla di scuola? È il primo che l’ha rovinata con le sue riforme e l’alternanza con il lavoro”

next
Articolo Successivo

Prodi a La7: “Renzi vuole fare come Bertinotti, rompere. La crisi di governo ora è inconcepibile”

next