“No al giustizialismo e manettarismo”. Lo dice e lo ripete più volte il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, in una conferenza stampa in Senato per presentare il progetto del suo partito per il Recovery Plan. Il senatore accosta e mette in contrapposizione quello che, a suo parere, è il “giustizialismo” dei 5 stelle alla “valorizzazione del capitale umano, dei cervelli”. “Questo piano è impregnato di cinquestellismo giustizialista nel momento in cui si parla della prescrizione. Noi partiamo dalla cultura: no al manettarismo di seconda mano di alcuni membri di questa coalizione”. E continua: “Il giustizialismo è la negazione dei valori costituzionali, chi confonde garantismo con giustizialismo e li equipara, fa lo stesso errore di chi equipara la democrazia alla dittatura“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caro Salvini, fare volontariato davanti alle telecamere non ti rende migliore. Anzi

next