Un gruppo di ragazzi, probabilmente minorenni, si è ripreso cogli smartphone mentre colpiva ripetutamente, con calci e pugni, la nuova scultura di Jago apparsa in piazza Plebiscito, a Napoli, a inizio novembre. L’opera raffigura un bambino in posizione fetale, attaccato a una catena, e si chiama “Look down”, un gioco di parole con “lockdown” e il cui significato è quello di invitare le persone a “guardare in basso”, cioè a occuparsi di chi ha più bisogno di aiuto. Al momento sono in corso gli accertamenti per identificare gli autori dell’atto vandalico, che verranno segnalati alla Procura competente.

Video Facebook

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, inseguimento da brividi: Alfa Giulietta della polizia alla caccia dei ladri sulla Lancia Delta rubata. Il video

next
Articolo Successivo

Milano, alberi crollano e colpiscono un tram: ferita una donna da un traliccio – Video

next