Milano si risveglia sotto la neve. Nel capoluogo lombardo è subito scattato il piano d’emergenza previsto dal Comune. In città la neve si aggira tra i cinque e i dieci centimetri, con le strade principali spazzate ma molte altre, quelle secondarie, ancora innevate. Non si registrano particolari situazioni di criticità. I mezzi pubblici viaggiano regolarmente e anche le arterie di ingresso alla città sono accessibili. Neve che nella notte è scesa in buona parte della Lombardia. Le precipitazioni, però, secondo le previsioni, dovrebbero terminare nel primo pomeriggio. “Ci sarà attenuazione ed esaurimento delle precipitazioni in pianura – precisa Arpa Lombardia – mentre sui rilievi saranno deboli fino a martedì”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, il discoclub che aprì 15 giorni prima del lockdown diventa un minimarket: “L’8 marzo l’ultima serata, adesso riparto così”

next
Articolo Successivo

Neve al Nord – Da Milano a Torino: le città imbiancate e i disagi per il traffico. 38 treni cancellati tra Lombardia e Piemonte | FOTO

next