Kim Jong-un è stato vaccinato per il Covid con l’antidoto prodotto dalla Cina. È questa la notizia diffusa dal magazine online 19FortyFive a firma di Harry Kazianias, un esperto americano in materia di sicurezza che ha citato in forma anonima due fonti nipponiche d’intelligence. “Il leader nordcoreano Kim Jong-un e molti altri funzionari di vertice all’interno della famiglia Kim e del network della leadership sono stati vaccinati contro il Covid-19 nelle ultime due o tre settimane grazie a uno dei candidati vaccini forniti dal governo cinese”, si legge nell’articolo del senior director presso gli Studi coreani del Center for the National Interest, un think tank basato a Washington.

L’esperto motiva le sue affermazioni spiegando di aver ottenuto le informazioni da fonti d’intelligence nipponiche e, senza indicare quale tra i candidati vaccini cinesi sia stato somministrato al supremo leader, ha ricordato che al momento ci sono tre o quattro prodotti in stato di studio avanzato, con uno già iniettato a quasi un milione di persone. Restano, però, i dubbi sull’efficacia e la sicurezza “di questi vaccini, visto che nessun dato sulla fase 3 è stato finora pubblicato sui vaccini cinesi”.

La Corea del Nord non ha ancora ufficializzato alcun contagio di coronavirus nel Paese, mentre in un recente rapporto dell’Oms sono stati citati solo “più di 800 casi sospetti”.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aids, il virologo Clementi: “Fatti passi da gigante anche senza vaccino. Con Covid vedremo le ricadute positive in altri settori”

next
Articolo Successivo

“In Tanzania aiuto le donne incinte affette da Hiv. Essere rifugiata mi ha spinta a trovare il mio scopo nella vita”

next