“Dal punto di vista organizzativo si è parlato della nuova governance, dell’azione politica come deve essere organizzate, se superare la figura del capo politico e come. Si è parlato della regola dei due mandati, un principio che è stato da tutti confermato però in ogni le occasione è stato posto il problema di valorizzare le esperienze in entrata e in uscita”. Lo ha in una diretta Facebook il capo politico del Movimento 5 stelle, Vito Crimi, avviando i lavori degli Stati generali del Movimento

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Casaleggio rifiuta l’invito agli Stati generali: “Decisioni già acquisite”. Crimi: “Migliaia di assemblee, grande partecipazione dal basso”

next
Articolo Successivo

Antonio Bassolino, Andrea Orlando (Pd): “19 assoluzioni. È il caso di vedere cosa non ha funzionato”

next