“No al dpcm, no al coprifuoco. Sì all’Italia che lavora”, questo lo slogan della manifestazione indetta per questo pomeriggio da commercianti e ristoratori della Capitale che si sono dati appuntamento a Campo de’ Fiori, sotto alla statua di Giordano Bruno, per dire “no a una nuova chiusura” in un tripudio di bandiere Tricolore. Alla manifestazione hanno aderito anche alcune decine di persone vicine all’estrema destra, al termine dell’evento ci sono stati alcuni momenti di tensione con le forze dell’ordine.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, a Milano i pronto soccorso rischiano l’intasamento: i numeri di accessi sfiorano il picco della prima ondata

next
Articolo Successivo

Le testimonianze dei soccorritori: “Una chiamata dietro l’altra, è come svuotare il mare con un cucchiaino. Cosa fa rabbia? Chi non crede alla pandemia”

next