“Le preoccupazioni dei sindaci erano fondate. Mi sembra che la notte abbia portato consiglio e si stia andando verso una indicazione più chiara. Per decidere le chiusure dei quartieri serve il coinvolgimento dei prefetti e auspico anche delle Asl“. A rivendicarlo il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd Nicola Zingaretti, a margine di una conferenza a Roma, interpellato sulle chiusure previste dal nuovo Dpcm, sullo sfondo dello scontro tra esecutivo e Comuni, che avevano denunciato uno ‘scaricabarile’ sui sindaci sulla decisione del coprifuoco.
Già dopo le critiche dell’Anci, sulla questione era intervenuto anche il Viminale precisando, attraverso le parole del sottosegretario con delega agli Enti Locali, Achille Variati, che “i primi cittadini, che sono autorità sanitarie locali, saranno ovviamente supportati in tutto dai Prefetti negli appositi Comitati provinciali di ordine pubblico. Ed è proprio con i Prefetti e nei Comitati Provinciali che si potranno valutare casi particolarmente delicati in cui risultasse necessario, opportuno e possibile chiudere al pubblico strade o piazze”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, de Magistris: “Conte ha scaricato responsabilità su chi lotta a mani nude. Noi sindaci siamo neri”. E attacca De Luca

next
Articolo Successivo

Roma, Zingaretti: “Candidatura di Calenda? Centrosinistra si sta organizzando, il percorso è aperto anche a lui”

next