Presto effettuare segnalazioni di bug e malfunzionamenti vari a WhatsApp e, soprattutto, ricevere una risposta utile e affidabile, non sarà più difficile: WhatsApp, infatti, sta attualmente sviluppando una funzionalità che permette di comunicare con il supporto tecnico direttamente all’interno dell’app. Attualmente invece la popolare app parte della piattaforma di social e instant messaging di Facebook, consente solo di inviare una mail, da cui però la maggior parte delle volte non si ricevono che risposte generiche generate automaticamente.

In questo caso invece per la prima volta sarà possibile contattare il supporto direttamente all’interno delle Impostazioni di WhatsApp, tramite l’introduzione di una nuova sezione in cui l’utente potrà aggiungere il report compilando un apposito campo, eventualmente scegliendo anche di includere le informazioni sul dispositivo se sta segnalando problemi.

Le informazioni sul dispositivo come i dettagli del sistema e i registri potranno quindi aiutare WhatsApp a indagare, fornendo così una risposta migliore e più utile. Quando i tecnici di WhatsApp avranno pronta la risposta per l’utente, riceveranno un messaggio in una chat di supporto, che gli consentirà quindi di comunicare con lo staff tecnico. Al termine della conversazione, la chat sarà poi automaticamente contrassegnata come chiusa, anche se ovviamente l’utente potrà sempre aprire un nuovo ticket nelle Impostazioni di WhatsApp in caso di rinnovato bisogno.

Per quanto riguarda la privacy infine lo sviluppatore ha garantito che messaggi di testo, contenuti multimediali e aggiornamenti di stato non potranno mai essere inclusi nei report. La nuova funzionalità è in fase di sviluppo e, come sempre, non è dato quindi sapere quando sarà disponibile a tutti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Il Team Liquid, eccellenza esports su due continenti: inaugurata la gaming house europea

next