Valentino Rossi è positivo al coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso pilota nove volte campione del mondo su Instragram, spiegando che dopo aver accusato un po’ di febbre ha deciso di effettuare un doppio tampone di controllo. Il secondo test ha dato esito positivo: Rossi salterà quindi la gara di Aragon, decima tappa del Mondiale di MotoGp. “Sono triste e arrabbiato perché ho fatto del mio meglio per rispettare il protocollo”, ha scritto il pilota di Tavullia. Per Valentino si conferma una stagione da dimenticare: dopo le tre cadute consecutive, ora dovrà saltare almeno un’altra gara.

Rossi, come tutto il Circus della MotoGp, è arrivato in Spagna dopo la gara francese di Le Mans. Domani, venerdì, sarebbe dovuto scendere in pista per le prime prove libere. “Purtroppo questa mattina mi sono svegliato e non mi sentivo bene”, ha spiegato Rossi. “Mi sentivo particolarmente debole e avevo una leggera febbre”, ha aggiunto. Quindi la chiamata al medico e il doppio tampone: il primo è negativo, “proprio come il test che avevo già fatto martedì”. Ma intorno alle ore 16 del pomeriggio arriva il secondo risultato: positivo al Covid.

“Sono chiaramente molto deluso per il fatto che dovrò saltare la gara di Aragon”, spiega Rossi, specificando: “Mi piacerebbe essere fiducioso e ottimista, ma mi aspetto che il secondo round ad Aragon sia un ‘no go’ anche per me”. Dopo il Gp del 18 ottobre, tra una settimana si correrà infatti nuovamente sulla stessa pista. Il rischio per Valentino è di saltare entrambi gli appuntamenti. “Mi sono isolato già al mio arrivo da Le Mans“, ha specificato ancora Rossi. “Comunque è così, non posso fare nulla per cambiare la situazione. Ora seguirò il consiglio medico e spero di guarire al più presto”, ha concluso il nove volte campione del mondo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp Le Mans, gara bagnata: vince Petrucci con la Ducati, secondo il fratello di Marquez. Cambia la classifica del Mondiale

next