Lo scorso 2 ottobre la fragilità del territorio del nostro Paese si è nuovamente confermata. Con l’autunno arrivano sistematiche le esondazioni, le alluvioni, i dissesti idrogeologici. Stavolta coinvolte maggiormente parti della Liguria e del Piemonte, da Ventimiglia a Biella. Ma tutto il Nord Ovest d’Italia è stato interessato. Vittime, dispersi e danni ingenti.

La risposta della solidarietà e del volontariato è stata come sempre importantissima. Centinaia di persone continuano a rimboccarsi le maniche per far tornare tutto come prima. Ma non basta. Non si può reagire soltanto in base all’emergenza, il problema andrebbe affrontato globalmente. In prima istanza però, servono aiuti economici per la ricostruzione.

Francesca Delmastro Delle Vedove e Rebecca Viale sono rispettivamente sindaca di Rosazza in provincia di Biella e vicesindaca di Limone Piemonte in provincia di Cuneo. Due giovani donne con ruoli istituzionali hanno pensato alla raccolta fondi sociale per avere un aiuto subito per le città che amministrano. La campagna per Limone Piemonte ha da poco raggiunto i 50mila euro su GoFundMe. “In tanti ci chiedevano come aiutarci ma in questo momento, non essendo neppure raggiungibili, l’unico modo è di darci un sostegno economico online” spiega Rebecca Viale.

La raccolta fondi è diventata virale sui social media ed è stata condivisa migliaia di volte. “I fondi di Aiuti per Limone serviranno a procurarci i generi di prima necessità durante questi primi giorni di emergenza (medicinali, carburante per i generatori, stufette, fornelli) e per altre evenienze che si verranno a creare nell’immediato.”

Rosazza ha la prima cittadina più giovane del biellese: “Mi onoro di rappresentare uno dei borghi più misteriosi d’Italia – racconta Francesca Delmastro Delle Vedove – con una storia unica ed irripetibile, la città disegnata dagli spiriti il 2 ottobre 2020 è stata messa in ginocchio dalla furia del torrente Cervo”. Oggi i rosazzesi hanno bisogno di una mano: sono crollati ponti secolari, la popolazione è rimasta quasi isolata.

Ancora una volta il personal fundraising svolge un ruolo centrale per dimostrare vicinanza a chi sta vivendo una difficoltà. E così tante altre raccolte fondi sono nate su GoFundMe per supportare e aiutare le popolazioni colpite dall’alluvione, tra queste “In prima linea per Ventimiglia”, un aiuto per “Badalucco e Montalto Carpasio”, un crowdfunding per la comunità di mountain bikers di Molini e infine un supporto per il gattile di Ventimiglia.

Che c'è di Bello - Una guida sulle esperienze più interessanti, i trend da seguire e gli eventi da non perdere.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Da ingegnere biomedico avevo un ottimo stipendio. Ma ho lasciato il mio lavoro per l’assistenza domiciliare”

next
Articolo Successivo

L’Enciclica ‘Fratelli tutti’ mi ha commossa: papa Francesco è un’enorme opportunità per la Chiesa

next