Adesso è ufficiale: Valentino Rossi correrà con la Petronas Yamaha nel 2021. Il nove volte iridato condividerà il box con il connazionale e amico Franco Morbidelli. Il Dottore avrà quindi ancora a disposizione una Yamaha YZR-M1, per la nona stagione consecutiva. Rossi entra a far parte di una squadra satellite che è al terzo anno di esperienza nella massima categoria: il team malese ha debuttato nel 2019 al GP del Qatar. Nell’anno d’esordio in classe regina, il Petronas Yamaha Srt ha conquistato sei pole position e sette podi vincendo il titolo come miglior squadra indipendente. Quest’anno ha già conquistato due pole position, quattro podi e tre vittorie (due con Fabio Quartararo – ora secondo nel Mondiale – e una con Morbidelli).

Rossi aveva già annunciato l’addio alla Yamaha a fine stagione: al suo posto al fianco di Maverick Vinales arriverà proprio il francese Quartararo. “A nome del Petronas Yamaha Sepang Racing Team e di tutti i suoi partner, è un onore dare il benvenuto in squadra a Valentino Rossi, pilota, icona e leggenda di questo sport, per il prossimo anno”, ha commentato il team principal Razlan Razali. “La sua esperienza sarà una grande risorsa per il team nel corso della nostra terza stagione in MotoGp e siamo sicuri che potremo imparare molto da Valentino. Allo stesso tempo – ha aggiunto – faremo del nostro meglio per aiutarlo ad essere competitivo e premiarlo per la fiducia che ha in noi come squadra. Siamo onorati da questa opportunità e pronti per accettare la sfida”.

“Crediamo che la coppia composta da Valentino e Franco sia una forza davvero formidabile per aiutarci a raggiungere il nostro obiettivo: essere il più competitivi possibile. Non vediamo l’ora”, ha concluso Razali. Rossi, d’altronde, resta l’unico pilota della storia ad aver vinto in 125cc, 250cc, 500cc e in MotoGp. Il pesarese vanta nove titoli mondiali, oltre a 89 vittorie, 199 podi, 55 pole position e 76 giri veloci solo nella classe regina.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp, Vinales vince a Misano. Mir secondo. Bagnaia fuori mentre era in testa, Rossi out

next
Articolo Successivo

MotoGP, in Catalogna pole di Morbidelli e un grande Rossi: ecco la griglia di partenza

next