È iniziato un nuovo percorso chirurgico per Alex Zanardi che, ricoverato al San Raffaele di Milano dal 24 luglio scorso, è stato sottoposto al primo intervento di ricostruzione cranio-facciale. Un’operazione che, si legge in una nota della struttura ospedaliera, ” è già stata eseguita con successo, alcuni giorni fa, dal professor Mario Bussi ed è già in programmazione per le prossime settimane un secondo intervento che sarà eseguito dal professor Pietro Mortini“.

Un processo che è stato possibile anche grazie ai graduali progressi delle condizioni di salute del campione che “da diversi giorni è sottoposto a sedute di riabilitazione cognitiva e motoria, con somministrazione di stimoli visivi e acustici ai quali il paziente risponde con transitori e iniziali segni di interazione con l’ambiente”.

Troppo presto, aggiungono però i medici, per sbilanciarsi sulla prognosi, visto che stiamo parlando di un quadro clinico ancora molto complesso: “A fronte di progressi significativi per Alex Zanardi – continua la nota- I medici ribadiscono, comunque, il permanere di un quadro clinico generale complesso, sulla cui prognosi è assolutamente prematuro sbilanciarsi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stadi divisi in blocchi da mille posti, ingressi separati e mascherina: il piano del governo per arrivare al 25% della capienza degli impianti

next