OPPO non perde tempo: il produttore cinese ha infatti appena annunciato il nuovo Reno4 SE, smartphone 5G di fascia medio-alta che va a completare la serie composta da Reno4 e Reno4 Pro. La scheda tecnica del nuovo arrivato appare davvero interessante, confermando l’intenzione del brand asiatico a portare il nuovo standard di rete in tutte le fasce del mercato.

Uno dei punti di forza del nuovo smartphone è senza dubbio rappresentato dalle dimensioni contenute rispetto ai modelli attualmente disponibili sul mercato di pari fascia, soprattutto per quanto riguarda il peso (soli 169 grammi). Il corpo invece ha misure pari a 160.5 x 73.5 x 7.85 mm. Sulla parte frontale campeggia un pannello AMOLED da 6,43 pollici di diagonale, con risoluzione Full-HD+ (2400 x 1080 pixel) e foro per la fotocamera anteriore da 32 Megapixel. Il sensore biometrico è posizionato sotto lo schermo.

Cuore del sistema è invece il processore Dimensity 720 targato MediaTek, abbinato a 8 GB di RAM e 128 o 256 GB di memoria interna. Non manca, come anticipato, il supporto alle reti di nuova generazione 5G. La batteria è da 4300 mAh con supporto alla ricarica rapida SuperVooc da 65 W. Il comparto fotografico posteriore, infine, si compone di un sensore principale da 48 Megapixel, affiancato da un grandangolare da 8 Megapixel e da un ultimo sensore da 2 Megapixel. Presente all’appello anche il jack audio da 3,5 mm.

OPPO Reno4 SE 5G arriverà inizialmente in Cina, in tre colorazioni (Black, White e Blue), con un prezzo a partire da 2499 yuan (circa 311 euro al cambio). Per il momento, non ci sono informazioni su una futura commercializzazione sul mercato italiano.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

YouTube: l’intelligenza artificiale è troppo severa, tornano i moderatori umani

next
Articolo Successivo

WhatsApp prepara novità; in arrivo foto, video e GIF a tempo

next