HP ha presentato oggi due nuove periferiche da gaming pensate non soltanto per offrire prestazioni elevate, ma anche per consentire agli utenti di mantenere la propria scrivania un po’ più ordinata: le cuffie wireless HP Omen Frequency e la tastiera wireless tenkeyless (TKL) – ovvero priva di tastierino numerico – HP Omen Spacer. Entrambi i dispositivi sono stati progettati pensando alle esigenze dei videogiocatori ed utilizzano la tecnologia Warp 2.4 GHz di HP, che dovrebbe ridurre la latenza utilizzando costantemente la frequenza wireless ottimale.

Così come altre proposte concorrenti, le cuffie wireless Omen Frequency offrono un suono surround 7.1 virtuale. Si collegano al PC tramite una connessione USB di tipo A, ma viene offerto anche il più comune jack audio da 3,5 mm. I padiglioni sono equipaggiati con driver da 53 mm e un DAC a 24 bit (sfruttabile tramite connessione USB) e possiedono anche un microfono con cancellazione del rumore che si disattiva automaticamente quando viene sollevato. Per quanto riguarda l’autonomia, HP afferma che la batteria può durare fino a 30 ore con una singola carica.

Le Omen Frequency saranno disponibili dal prossimo mese di dicembre al prezzo di 169,99 dollari negli Stati Uniti. Le cuffie infine sono compatibili con PC, console, Mac e iOS, e consente di creare profili audio personalizzati per i singoli programmi.

Passando alle tastiere wireless, la Omen Spacer di HP ha una funzione di sicurezza che dovrebbe aiutare a nascondere la digitazione dei tasti ai criminali informatici. Infatti, dato che le tastiere wireless inviano dati via etere, HP ha ben pensato di implementare la crittografia a 128 bit. Questo può sembrare eccessivo per una tastiera nella serie gaming, ma, grazie al suo design, Omen Spacer potrebbe essere utilizzata anche in un ambiente professionale.

Omen Spacer utilizza inoltre switch meccanici Cherry MX Brown, che dovrebbero offrire un feedback assai preciso, utile sia in ambito gaming che professionale. Secondo HP inoltre soli cinque minuti di ricarica sono sufficienti per alimentare la tastiera per sei ore. Il dispositivo ha un cavo rimovibile e un poggia polsi magnetico, che può essere anche sganciato. La Omen Space è anche dotata di anti-ghosting, che aiuta a registrare più pressioni simultanee di tasti. È anche possibile configurare i LED tramite l’applicazione Omen Command Center di HP.

Disponibile già da ora, Omen Spacer viene commercializzata al prezzo di 160 dollari negli Stati Uniti, mentre al momento non sono ancora stati annunciati i prezzi e la disponibilità per il territorio italiano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Università nel mirino degli hacker, in Europa attacchi aumentati del 24%

next
Articolo Successivo

Norton ci racconta l’impatto tecnologico del lockdown sulle famiglie italiane

next