Un discorso pro-Emiliano, in vista delle prossime elezioni regionali, lungo e articolato e ricco di aneddoti. Così Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Associazione nazionale comuni italiani, ad Andria, ha deciso di rendere omaggio al presidente uscente, e ricandidato, della regione Puglia. “Mi ha sempre sostenuto – racconta – e mi ha evitato la più grande cazzata della mia vita. Non mi vole o candidare a sindaco”. A convincerlo, dice, sono stati lui e “una signora che ho incontrato sulla complanare, sembrava matta. Poi ho visto che era mia madre” che mi disse “figlio mio fai una figura di merda se non ti candidi”. Ma sono tanti gli aneddoti portati sul palco di Andria da Decaro, come quello sul suo primo giorno da sindaco: “Una signora è venuta a chiedermi lavoro. Le ho detto che non potevo far niente, e lei si è alzata prendendo una tanica di benzina…in quel momento mi sono ricordato cosa era successo a Emiliano quando ero assessore…”. Tra l’ironia, Decaro lascia spazio anche a temi politici, come l’introduzione di un depuratore da parte di Emiliano, oppure una stoccata agli avversari: “Gli altri vengono qui e dicono di volerci conquistare. Ma noi siamo stati conquistati nel passato, ora basta”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Taglio parlamentari, per raggiungere questo obiettivo di buonsenso le ragioni sono molte

next
Articolo Successivo

Recovery Fund, il ministro Amendola sporge denuncia dopo la diffusione dei progetti da presentare a Bruxelles: “Sono provvisori”

next