“Borsellino aveva compreso che dietro le stragi non c’era solo la mafia. Lo aveva annotato sulla sua agenda. Ebbene, pochi secondi dopo l’esplosione di via d’Amelio, prima ancora che arrivasse la polizia, sul posto erano presenti uomini dei servizi segreti. Indifferenti ai morti e ai feriti, erano accanto alla macchina di Borsellino con una sola missione: far sparire l’agenda rossa”. È uno dei passaggi dell’intervento Roberto Scarpinato, alla Festa del Fatto Quotidiano (rivedi l’incontro integrale). In compagnia di Antonio Padellaro e Marco Lillo, il procuratore generale di Palermo si è soffermato sui tanti depistaggi che hanno impedito alla magistratura italiana di fare luce sulle stragi. “Perché si depista? Qual è lo scopo? Per nascondere una verità inconfessabile, per occultare i mandanti politici che ci sono dietro le stragi. Tutto il repertorio dei depistaggi è stato replicato nelle stragi del ’92 e nel ’93. Sono stati soppressi documenti essenziali”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PADRINI FONDATORI

di Marco Lillo e Marco Travaglio 15€ Acquista
Articolo Precedente

Festa del Fatto Quotidiano, rivedi l’incontro con il procuratore Roberto Scarpinato, Antonio Padellaro e Marco Lillo

next
Articolo Successivo

Festa del Fatto Quotidiano, rivedi l’evento conclusivo della seconda giornata con Marco Travaglio

next