“Il quesito su Rousseau sul mandato zero non lo ritengo corretto. Già avevamo votato il mandato zero per i consiglieri comunali. Concordo con Vito Crimi quando dice che quel ruolo è difficile. La votazione di oggi serve solo a estendere il mandato zero ai sindaci. Un quesito ad personam per permettere anche a Virginia Raggi di ricandidarsi per la terza volta. Cosa che prima non era possibile”. Lo ha detto Devid Porrello, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio ed esponente del Movimento 5 stelle, commentando i quesiti sulla piattaforma Rousseau a cui oggi sono chiamati a votare gli iscritti del Movimento. “Sull’alleanza dei partiti si vuole riproporre un modello di Governo anche nei territori. Non è un obbligo. Queste cose mutano il Movimento, però il Movimento è una macchina in crescita, piccoli aggiustamenti si possono anche fare. L’importante è non perdere credibilità nei confronti dei cittadini che hanno riposto in noi molte speranze”, ha concluso

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Successivo

next