Nata il 31 luglio del 1920, Franca Valeri è stata tra i personaggi più ironici e raffinati della scena italiana per oltre 50 anni. Ha esordito al teatro con la Compagnia dei Gobbi. Negli anni Cinquanta ha debuttato al cinema con Fellini in “Luci del varietà”. Numerosi i ruoli comici nei film di Sordi e Totò. Dalla signorina snob meneghina a Cesira la manicure, i suoi personaggi sono entrati a fare parte dell’immaginario collettivo. Nella sua vita ne ha viste di tutti i colori: dalle leggi razziali (suo padre era ebreo) alla guerra. Fino al boom economico. Oggi ha smesso di recitare ma continua a lavorare alle sue sceneggiature.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Royal Family, altri due matrimoni in arrivo: ecco chi si sposa

next
Articolo Successivo

Valeria Capezzuto, è morta a 63 anni la giornalista della TgR Campania. Il sindaco De Magistris: “Professionale e sensibile”

next