Duro scontro a “L’aria che tira estate” (La7) tra l’europarlamentare del M5s, Ignazio Corrao, e il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari, sulla vicenda che ha coinvolto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, indagato dalla Procura di Milano nell’ambito della fornitura di camici dall’azienda del cognato.
Il conduttore della trasmissione, Francesco Magnani, chiede al leghista se è opportuno che un politico abbia un conto scudato detenuto per oltre 10 anni in un paradiso fiscale. Molinari, ricordando che si tratta di una eredità della madre di Fontana, risponde: “Non è che essere benestanti o ricchi sia una colpa. Quindi, non è che possiamo imputare una colpa al presidente Fontana, che ha sempre vissuto del suo lavoro”.

Corrao insorge, chiedendo più volte: “Non ha pagato le tasse”.
Esplode la bagarre con Molinari che ribatte: “La tassa l’ha pagata. Se ha fatto la voluntary disclosure, vuol dire che ha pagato la tassa ai sensi della legge dello Stato”.
“Dopo 10 anni?”, incalza il politico pentastellato.
Molinari sbotta: “Io capisco che voi volete un Parlamento di gente senz’arte, né parte, come avete fatto. E questo ha portato il paese alla situazione in cui è”.

La polemica, nonostante l’intervento del conduttore, non accenna a placarsi e Molinari rincara contro Corrao: “L’inchiesta non è sui soldi della madre di Fontana, ma sui camici. Voi confondete la gente. Avete l’obiettivo politico di prendere in mano la Regione Lombardia che non vincereste mai coi voti, perché la Regione Lombardia è ben amministrata. E voi e tutto il sistema mediatico che vi appoggia volete sfruttare l’emergenza covid per mettere mano sulla Regione Lombardia. Vergognatevi”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scuola, Azzolina e la prova tv sui nuovi banchi a ‘In Onda’: “Polemiche stucchevoli. Salvini? Diffonde fake news. Sì a un confronto con lui”

next
Articolo Successivo

Mes, fuorionda a La7 durante l’intervento di Velardi: “Testa di c…”. Imbarazzo in studio

next