“Nessun sindaco era riuscito a completare la legislatura e devo ringraziare le forze politiche e consiliari che mi hanno sostenuto per cinque anni. Di questa cosa vado molto fiero” così in un video pubblicato ieri sui social il sindaco di Marigliano, comune in provincia di Napoli, Antonio Carpino arrestato oggi per scambio elettorale politico-mafioso e corruzione elettorale aggravata, lanciava un appello alle forze politiche locali. “La coalizione non è chiusa – spiegava – è aperta a tutte le forze che vogliono dare il proprio contributo. Mi rivolgo ai 5 stelle con i quali c’è coalizione a livello nazionale, a Rifondazione comunista, con la quale abbiamo fatto un pezzo di percorso insieme”. E nello spiegare il tipo di coalizione sottolineava: “Non abbiamo avuto né provini né padroni. Noi siamo come una cooperativa, con la nostra testa abbiamo deciso e rischiato. E se abbiamo fatto qualcosa di buono o di cattivo lo abbiamo fatto sempre con la nostra testa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati – 129 nuovi casi e 15 morti. 6 Regioni senza contagi, focolaio in Basilicata

next
Articolo Successivo

Enio Mancini, ‘graziato’ da una SS nella strage di Sant’Anna di Stazzema, riceve il cavalierato tedesco: “Che fastidio gli assassini impuniti”

next