Io candidarmi a sindaco di Roma? L’ho già detto e lo ripeto, io non sono romano e faccio altre cose in questo momento. Credo che per Roma sia importante che ci sia un bravo o una brava sindaca che siano romani. Ce ne sono tanti e credo che verrà scelto un buon sindaco romano”. Sono le parole pronunciate ai microfoni di “24 Mattino”, su Radio24, dall’ex presidente del Consiglio Enrico Letta circa le voci su una sua possibile candidatura a guidare la Capitale.

Letta si pronuncia anche sulla trattativa europea relativa al Recovery Fund: “La questione chiave di tutta questa operazione è data dai tempi. Noi abbiamo disperatamente bisogno che non si ritardi, che non si vada alle calende greche per chiudere il negoziato, che il Consiglio Europeo di venerdì e sabato arrivi a una soluzione e che al massimo all’inizio della settimana prossima la partita sia chiusa. Noi abbiamo bisogno di tempi stretti. Tra l’altro, mi sembra che la cosa sia totalmente condivisa da Merkel e Conte“.

E aggiunge: “Sicuramente l’Italia ha una serie di posizioni sulle modalità e sule forme con le quali queste risorse saranno applicate, però guardiamo la sostanza: stiamo parlando di una quantità di risorse immense che non abbiamo mai visto e che forse mai più rivedremo. La questione essenziale è che tutto questo avvenga, che ci sia, che non venga bloccato in fase di implementazione e che l’accordo tra i paesi europei ci sia. Oggi la Germania – conclude – ha una posizione diversa rispetto a 10 anni fa, oggi ha una posizione vicina a quella di Francia, Italia, Spagna. Ma tutto questo si deve applicare, altrimenti passeremo i prossimi mesi con grandissime difficoltà. Le nostre imprese hanno bisogno di risorse e nel nostro sistema c’è bisogno che le risorse finanziare circolino rapidamente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lombardia, il Movimento 5 stelle protesta in consiglio regionale mostrando camici bianchi: “Fontana chiarisca, infangato un simbolo”

next
Articolo Successivo

Mes, Bonino: “Soldi disponibili subito, altri fondi invece arriveranno a fine 2022 o nel 2023”. De Falco: “Illogico dire no”

next