Dei ladri si sono intrufolati in casa di Franck Ribéry, centrocampista francese della Fiorentina, mentre il giocatore era a Parma per la trasferta di Serie A. Lo rende noto lo stesso calciatore su Instagram con dei video della casa di Bagno a Ripoli, vicino a Firenze, messa a soqquadro. Ha poi aggiunto un messaggio: “Al ritorno da questa vittoria contro il Parma – scrive – sono tornato a casa. Ecco quello che ho trovato… Mia moglie ha perso qualche borsa, qualche gioiello ma, grazie a Dio, non è questo l’essenziale. Quello che mi sconvolge è avere questa sensazione di essere nudo, di avere le braghe calate e questo non lo accetto. Grazie a Dio mia moglie e i miei figli erano al sicuro a Monaco, ma come avere fiducia al giorno d’oggi? Come posso/possiamo sentirci bene dopo questo? Non corro dietro ai milioni, grazie a Dio non mi manca nulla, del resto corro sempre dietro a un pallone perché ne sono appassionato. Ma, passione o no, la mia famiglia viene prima di tutto e prenderemo le decisioni necessarie per il nostro benessere”.

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha subito chiamato Ribéry per rincuorarlo dopo il tragico evento. “Faremo il possibile per fare tornare a Franck la tranquillità necessaria e affronteremo insieme a lui questo bruttissimo momento – scrive Commisso sul sito ufficiale della squadra – Sono sicuro che anche i fiorentini saranno al fianco di Franck facendogli sentire il loro grande affetto e il loro amore per il nostro grande campione”.

Il valore degli oggetti rubati non è stato ancora calcolato, intanto sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, ecco gli ‘esodati del pallone’: a obiettivo raggiunto (o fallito) le società smobilitano. Ma è colpa di Fifa e Federazioni

next
Articolo Successivo

Kitikaka – Il situazionismo, la nonchalance da consumato biscazziere: non possiamo più fare a meno di Mauro Bellugi

next