Nel Microsoft Store, il negozio ufficiale di app per Windows 10, il colosso di Redmond ha pubblicato un interessantissimo tool che consente il recupero dei file cancellati. Ovviamente per questo problema esistono già da tempo molte altre soluzioni – alcune gratuite e altre a pagamento – per il recupero dei file eliminati, ma da oggi Windows 10 possiede un proprio strumento ufficiale che permette di ripristinare questi file, scaricabile gratuitamente dal Microsoft Store.

Windows File Recovery, questo il nome dello strumento di Microsoft per il ripristino dei file eliminati, permetterà di recuperare da hard disk classici o a stato solido, memorie USB e persino schede SD, tutti quei file che sono stati cancellati (volutamente o per errore) e che non sono ancora stati sovrascritti. L’utility inoltre permette anche di ripristinare i file corrotti.

Il tool Microsoft consente di effettuare la ricerca dei file da recuperare per nome, parola chiave, percorso o per estensione, supportando i formati di file JPEG, PDF, PNG, MPEG, MP3, MP4, ZIP, i file Office e molti altri ancora. I file system supportati sono NTFS, FAT, exFAT e ReFS. Per utilizzare il tool è necessario disporre di Windows 10 19041.0 o versioni successive e piattaforme hardware con processori ARM, ARM64, x64 e x86.

L’applicazione supporta tre modalità di ripristino: default, segment e signature. La modalità default utilizza la Master File Table (MFT) – ossia il luogo in cui sono registrate le informazioni su ogni file dell’hard disk – per individuare i file andati persi. I file cancellati accidentalmente da un’unità USB possono invece essere recuperati utilizzando la modalità signature. Infine la modalità segment non richiede MFT, ma necessita la presenza di segmenti sull’unità da cui recuperare i dati.

Purtroppo, a differenza di altri programmi simili disponibili online, Windows File Recovery va utilizzato tramite riga di comando (CMD) e non è quindi adatto alla maggior parte degli utenti consumer, che non conoscono i comandi da impartire.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dell G7 15 e 17, nuovi gaming notebook con processori Intel di ultima generazione e display OLED 4K

next
Articolo Successivo

TikTok legge in continuazione i vostri appunti su iPhone, lo rivela iOS 14

next