Sono molti gli italiani che quest’anno non vogliono rinunciare alle vacanze estive, anche se non mancano incertezze e preoccupazioni sull’immediato futuro. Un recente articolo di Immobiliare.it fa il punto della situazione, analizzando le soluzioni preferite dai nostri connazionali in fatto di vacanze e viaggi.

Comparto turistico: i numeri della crisi

Secondo una recente indagine di Ipsos il 39% degli italiani ha voglia di partire per le vacanze. Sì, ma con quale destinazione? E quale alloggio deciderà di prenotare? Il settore turistico si prepara ad affrontare quella che probabilmente si rivelerà la peggiore crisi degli ultimi anni: 25 miliardi di perdite economiche e 25 milioni di stranieri che rinunceranno a viaggiare nel nostro Paese. Anche gli italiani del resto non si sentono attratti dall’estero, a causa delle mille incertezze che seguono la fase post-lockdown.

Le mete preferite per questo 2020

Le persone che hanno già pronte le valigie pensano quindi di raggiungere le seconde case o comunque di non superare le Alpi, tornando a scoprire i tesori del Belpaese. Più di un terzo degli italiani, e per la precisione il 38%, però, continua ad avere molta paura del virus e delle possibilità di contagiarsi e ha quindi dichiarato di non avere in programma nessun viaggio e di rimanere molto indeciso rispetto alle vacanze. I restanti infine sono costretti a rinunciare per mancanza di soldi, un’altra delle conseguenze della recente pandemia e delle sue ripercussioni sul mondo del lavoro.

Le mete più gettonate per ora sembrano essere Sicilia, Liguria e Toscana. In particolare, attirano le attenzioni dei turisti Palermo, Margherita Ligure e Forte dei Marmi assieme a tutta la costa di Livorno. A seguire regioni come Veneto, Campania e Lazio.

Sì agli appartamenti, senza rinunciare ai comfort

Saranno ferie estive trascorse in appartamenti, meglio se con giardino privato e piscina. E gli spostamenti verranno fatti rigorosamente con mezzi propri: non riscuotono successo né treni e pullman, né il noleggio auto o il car sharing. Preferenze che raccontano un’Italia che esce dalla quarantena e dall’isolamento forzato tra le mura di casa e che sono emerse dalle ricerche online effettuate già ad aprile, i cui dati sono stati elaborati dall’agenzia di marketing ByTek in collaborazione con Parchi Permanenti Italiani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rimborso Irpef degli interessi sul mutuo: come si ottiene

next
Articolo Successivo

Negozi e locali commerciali: rallentano le compravendite immobiliari

next