Ti vogliamo morto“, “Ti vogliamo morto insieme a tutti i napoletani”, “Dovete morire“. Sono alcune delle minacce di morte che in queste ore sono comparse sui social. Il ministro ha ricevuto la solidarietà di quasi tutto il governo: dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a quello dello Sviluppo Patuanelli fino al guardasigilli Alfonso Bonafede. E poi Paola De Micheli, Paola Pisano, Elena Bonetti, Federico D’Incà, Fabiana Dadone. “Parole spregevoli e razziste che respingiamo con fermezza” ha detto la titolare dei Trasporti Paola De Micheli. “Un gesto ignobile – aggiunge Patuanelli – Ha sempre lavorato con coraggio e grande impegno e non saranno certo questi atteggiamenti a fermarlo. Siamo con lui”.

Si è unito ai messaggi di solidarietà il presidente della Camera Roberto Fico: “Condanniamo con fermezza ogni espressione e fenomeno di odio e violenza”.

A Di Maio sono arrivati i messaggi di sostegno di tutti i partiti. Per il M5s hanno espresso la propria vicinanza il capo politico reggente Vito Crimi e, tra gli altri, le sindache di Roma e Torino Virginia Raggi e Chiara Appendino. “Le vergognose e codarde minacce nei confronti del ministro Luigi Di Maio sono la negazione di qualsiasi dibattito politico” dice la prima cittadina del capoluogo piemontese.

Unanime la solidarietà dei partiti, dalla Lega (per bocca dei capigruppo parlamentari Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo) a Forza Italia: “La violenza verbale e fisica e le manifestazioni di odio vanno sempre condannate – dichiara Mariastella Gelmini, capogruppo azzura alla Camera – con la speranza che chi ha costruito carriere politiche sfruttando i leoni da tastiera, abbia un sussulto di ripensamento”. Per Fratelli d’Italia a parlare è la presidente Giorgia Meloni: “Da Luigi Di Maio politicamente mi divide tutto, ma la contrapposizione politica e il confronto delle idee non devono mai sfociare nell’intolleranza, in nessuna delle sue forme”.

Il capogruppo Graziano Delrio ha espresso la solidarietà a nome del Partito democratico: “Anche questo allarmante episodio dimostra quanto sia urgente e necessario agire per sconfiggere l’intolleranza e l’odio che avvelenano la nostra convivenza”. Per Italia Viva a commentare sono il presidente Ettore Rosato e il capogruppo al Senato Davide Faraone. “Solo disprezzo per gli odiatori social. Solo indignazione ma anche la richiesta di scovare tutti quelli che sputano odio sui social. Uno per uno – scrive Faraone su facebook – La mia solidarietà oggi va al ministro Luigi Di Maio e a quello straordinario popolo che sono i napoletani, vittime della rabbia, del veleno e della violenza che va contrastata, nelle piazze e sui social”.

Il ministro, impegnato nel pomeriggio in un question time alla Camera, ha ringraziato pubblicamente per i messaggi di solidarietà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Armi all’Egitto, Di Maio alla Camera: “Vendita delle navi non ancora autorizzata. Su Regeni incessante richiesta di verità”

next
Articolo Successivo

Armi all’Egitto, Di Maio: “Trattativa per le fregate è ancora in corso”. Fratoianni (Leu): “Se vendita non è conclusa, ci ripensi”

next