Claudio Ferretti, giornalista della Rai e voce storica di Tutto il calcio minuto per minuto, si è spento a Roma all’età di 77 anni. A dare l’annuncio è stata la stessa azienda che in un comunicato ne ha voluto ricordare la competenza, la passione e la grande professionalità che lo hanno contraddistinto come un esempio di giornalista del Servizio Pubblico.

Ferretti era un figlio d’arte. Il padre Mario era la voce che commentava le leggendarie pedalate di Fausto Coppi. Lui, invece, è diventato famoso grazie alle radiocronache del campionato di Serie A. Successivamente è stato tra i conduttori del Tg3 di Sandro Curzi. Tra le sue altre rubriche e trasmissioni di successo, Anni Azzurri e Telesogni. Poliedrico e curioso, è stato anche autore con Barbara Scaramucci di un apprezzato libro sulla storia della Rai.

Tra i primi a esprimere il cordoglio sui social c’è Andrea Vianello: “No, Claudio Ferretti. Questo no – ha scritto su Twitter – Ho lavorato con lui, una grande voce della radio, un ideatore di tv. Mi spiace tanto. Addio Claudio”. Anche l’Usigrai, sempre sul social, ricorda lo storico radiocronista: ”Claudio Ferretti e il racconto dello sport cambiò. Non solo il gesto tecnico, non solo tattica e schemi, ma anche e soprattutto spettacolo, cultura, storia, etica, impegno sociale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dieci anni fa il Triplete dell’Inter: dentro la notte storica dei nerazzurri tra la fuga di José Mourinho e la rivincita di Materazzi e Zanetti

next
Articolo Successivo

Ti ricordi… Tita, il brasiliano pochi fronzoli e tanti gol che fece sognare il Pescara di Galeone: “Altro che Romario, compà”

next