Sony ha appena confermato la disponibilità in Italia e il prezzo del suo Xperia 10 II, uno smartphone di fascia media presentato a fine febbraio assieme al top gamma Xperia 1 II, da cui eredita diverse caratteristiche interessanti, sebbene sia ovviamente equipaggiato con una piattaforma hardware meno performante. Lo smartphone dovrebbe essere acquistabile nel nostro Paese già a partire dai prossimi giorni, con un costo di partenza pari a 369 euro.

Curato nell’aspetto, il Sony Xperia 10 II eredita dal fratello maggiore il nuovo design, con cornici più sottili anche in alto e in basso e rivestimento in vetro Corning Gorilla 6. A colpire è soprattutto la forma allungata del dispositivo, dovuta al formato 21:9 dello schermo, particolarmente adatto alla visione di contenuti multimediali e mantenuto comunque utilizzabile grazie alla funzione Mini Display, che consente di ridurre le dimensioni dell’interfaccia in modo che tutti i comandi siano raggiungibili anche nell’uso a una sola mano.Nella cornice superiore è anche alloggiata la fotocamera frontale da 8 Mpixel.

Dotato di certificazione IP65/68 contro l’infiltrazione di polvere e liquidi, lo smartphone usa un pannello OLED da 6 pollici con risoluzione di 2520 x 1080 pixel ed è equipaggiato con un processore Qualcomm Snapdragon 665, affiancato da 4 GB di RAM e da 128 GB di memoria interna, mentre la batteria è da 3600 mAh. Manca inoltre il modulo 5G, mentre il comparto fotografico posteriore prevede sempre tre fotocamere posteriori, ma con sensori da 12 Mpixel per l’obiettivo standard e da 8 Mpixel sia per l’ultra grandangolare che per il teleobiettivo.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Apple e Google mostrano come funzionerà la loro app per il contact tracing

next