Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid. Aveva allenato tutte le grandi di Spagna Radomir Antic, ex calciatore e tecnico di origini serbe morto ieri nella capitale spagnola, dove viveva ormai da tempo. Antic, 71 anni, passerà alla storia del calcio per un record: è stato l’unico ad aver guidato dalla panchina sia il Real Madrid che il Barcellona, le eterne rivali del calcio iberico. Il club con il quale aveva vinto di più, però, è di sicuro l’altra squadra madrilena, l’Atletico Madrid, allenato dal 1995 al 2000: con lui alla guida i colchoneros si aggiudicò campionato spagnolo e coppa nazionale nel 1996. Ed è stato proprio la seconda società di Madrid a dare notizia della scomparsa di Radomir Antic, da tempo ammalato. “La famiglia Atletico è in lutto per la morte di uno dei nostri leggendari allenatori: Radomir Antic. Sarà sempre nei nostri cuori. Riposa in pace”, ha scritto l’Atletico. Antic, inoltre, ha allenato anche la nazionale serba, che portò al Mondiale del 2010 in Sud Africa. Con il Partizan di Belgrado vinse tre scudetti, uno da giocatore e due da tecnico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i club di A: “Taglio stipendio dei calciatori del 30% se non si riprende a giocare”. Ma servirà accordo tra ogni società e i tesserati

next