Da settimane ormai il sindaco di Bari, Antonio Decaro, è impegnato a convincere i suoi concittadini a rispettare le misure di distanziamento sociale imposte dal Governo per limitare il contagio. Tentativi talvolta ripresi in video e pubblicati sui suoi canali social. Sabato 28 marzo il sindaco ha raccontato in una diretta Facebook le varie giustificazioni riferite alle forze dell’ordine da chi viene sanzionato. Tra queste, una in particolare ha colpito Decaro. “Oggi una persona si è beccata una multa da 3mila euro e sapete qual è stata la sua motivazione? Ha detto che stava andando a fare le pelose. Vi pare normale?”

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, ministro Boccia: “Con fondo tutti gli assessorati avranno strumenti per erogare beni alimentari”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Meloni indecisa sui buoni spesa: si complimenta per quelli in Sicilia ma un’ora dopo attacca Conte (sullo stesso tema)

next