“Per la prima volta, dalla fine del secondo conflitto mondiale, siamo stati costretti a limitare delle libertà fondamentali“. Lo ha detto l premier Giuseppe Conte nel corso dell’informativa alla Camera dedicata all’emergenza sanitaria. “I principi a quali ci siamo attenuti sono stati quelli della massima precauzione ma anche dell’adeguatezza e della proporzionalità dell’intervento rispetto all’obiettivo. E questa è la ragione della gradualità delle misure adottate”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus, Conte: “Altri Stati adottino precauzioni rigorose o rischiamo la iattura di un contagio di ritorno”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Boschi: “Non ora, ma un giorno dovremo accertare perché nella provincia di Bergamo non c’è stata subito la zona rossa”

next