Omicidio in famiglia in una abitazione alla periferia di Roma. Nella notte fra sabato e domenica un ventenne ha ucciso la madre colpendola più volte al collo con un coltello da cucina, fino a decapitarla. Il giovane ha poi aggredito la sorella 15enne che si è riuscita a rifugiarsi dai vicini di casa e ha dato l’allarme al 112. Sono in corso accertamenti per verificare se l’assassino sia affetto da problemi psichici. La vittima aveva 46 anni.

La lite da cui tutto è scaturito sembra essere legata alla separazione dei genitori. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, allertati dai vicini, il ventenne ha aperto la porta dell’abitazione in stato confusionale e ancora sporco di sangue mentre il corpo della madre era in salone. Il giovane è stato arrestato e trasportato al carcere di Regina Coeli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brindisi, uccide la madre dopo un litigio con un coltello a serramanico: arrestato un 23enne

next
Articolo Successivo

Messina, strangola la compagna e chiama i carabinieri: fermato mentre tentava il suicidio

next