L’europarlamentare Susanna Ceccardi della Lega stamattina è partita per Barcellona per raggiungere all’aeroporto della città catalana un gruppo di turisti italiani, circa 50, che sarebbero in arrivo dalle Canarie dove risultavano bloccati in seguito alla chiusura delle frontiere per l’emergenza coronavirus.
“Quando ho iniziato a ricevere i messaggi d’aiuto – ha detto Ceccardi – di persone lontane da casa, dalla propria città e dalle proprie famiglie, ho subito pensato: devo fare qualcosa per aiutarli. Ho contattato l’Unità di Crisi della Farnesina e ho scritto a Di Maio e Borrelli. Ma alla fine ho ritenuto che la cosa più semplice e più umana di tutte fosse quella di noleggiare un mezzo, dopo aver messo al corrente le autorità italiane, ed andare a recuperare direttamente i nostri connazionali in difficoltà”. Sul pullman, insieme a Ceccardi, anche l’assessore al sociale di Pisa, Gianna Gambaccini, che è medico e si preoccuperà di monitorare le condizioni di salute dei turisti nel viaggio di ritorno, e l’ex ministro al Turismo, Gianmarco Centinaio.

Critiche, per l’iniziativa, da Pd e M5s. “Nelle ore in cui l’Italia applaude gli operatori della sanità per il loro eroismo quotidiano contro la pandemia di Covid-19, assistiamo alla sceneggiata di Susanna Ceccardi, che annuncia di andare a recuperare 50 italiani all’estero con un bus che sarà quasi riempito, ignorando le più elementari norme di sicurezza per evitare il contagio, con un medico a bordo imbastendo un’iniziativa di puro avanspettacolo”. Sono le parole di Irene Galletti, candidata M5s alla presidenza della Regione Toscana, affidate a un post su Facebook. “Quanto stanno facendo i leghisti è scandaloso e irresponsabile. Organizzare ‘viaggi di recupero’ alle Canarie, violando qualsiasi tipo di norma e ordinanza, infischiandosene dell’enorme rischio che stanno facendo correre a tutti, è un brutto spettacolo che questo Paese non si meritava di vedere”. È quanto afferma Marco Furfaro, della segreteria nazionale Pd.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, quanti ritardi della politica! Ecco i possibili scenari da qui a fine marzo

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Gallera critico con la Protezione civile mostra le mascherine: “Secondo voi vanno bene per i medici? Le abbiamo ritirate”

next