Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata nella notte in Sicilia, con epicentro nella zona delle Madonie. Il sisma è stato rilevato alle 2.19 di giovedì 20 febbraio dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia a una profondità di sei chilometri, dunque piuttosto in superficie, a quattro chilometri dal centro abitato di Scillato, a cinque da Caltavuturo, a sei da Polizzi Generosa, a otto da Sclafani Bagni e a dieci da Collesano, nella provincia di Palermo. La scossa è stata avvertita dalla popolazione ma non ha causato danni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Uccise moglie e un bambino, suicida in carcere un detenuto: era stato condannato a 20 anni

next
Articolo Successivo

Napoli, iniziata demolizione della Vela verde di Scampia: le operazioni accolte dagli applausi degli abitanti

next