“In questo momento non c’è nessun candidato mi sembra. Se non c’è un candidato che unisce in primis le sigle politiche non vedo come noi possiamo essere attirati”, così Mattia Santori, il leader delle Sardine a margine dell’evento organizzato dal movimento in piazza Dante a Napoli. “Accettare l’invito di De Luca ora? Sarebbe una sorta di legittimazione della sua figura. Gli abbiamo chiesto non un passo indietro o nel burrone, ma un passo di lato per capire se oltre a lui ci sono candidature che riescono a unire una coalizione di centrosinistra che in questo momento non si sta unendo attorno alla sua figura”, continua Santori, ribadendo quanto scritto in una nota delle Sardine martedì pomeriggio nella quale l’attuale governatore veniva definito “divisivo”. E sulle proposte del movimento, Santori risponde: “Più che sui nomi le sardine campane stanno lavorando sui temi. La piazza era vuota? Beh, il tema del lavoro è meno sexy dell’antisalvinismo e questa è una critica che dobbiamo farci in quanto elettori”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Renzi a Conte: “Presidente, al Consiglio europeo ci rappresenta appieno. Divisioni in politica continentale non sono ammesse”

next
Articolo Successivo

Conte-Renzi, sfida a distanza: “Dica cosa vuole fare”. “Lei in Ue ci rappresenta”. Ma il governo è appeso all’intervista tv dell’ex premier

next