Stasera a partire dalle ore 20:00 in diretta streaming Samsung terrà l’evento Galaxy Unpacked 2020, in cui svelerà i nuovi smartphone top gamma e altri prodotti, tra cui le cuffie in-ear true wireless Samsung Galaxy Buds+. Tuttavia Amazon Italia ha deciso di precorrere i tempi, inserendo le cuffie a listino, accompagnate da foto e scheda tecnica. In Italia saranno acquistabili dal prossimo 17 febbraio, a un prezzo di 169 euro.

Caratterizzate da un’estetica curata ma non particolarmente innovativa, le Galaxy Buds+ saranno disponibili in Italia, almeno inizialmente, unicamente nella colorazione nera, anche se negli Stati Uniti sono previste anche le versioni bianca, rossa e blu.

Da un punto di vista tecnico, le Galaxy Buds+ di seconda generazione sono dotate di due driver (tweeter e woofer) per una migliore qualità della musica e di ben tre microfoni su ciascun lato, al fine di garantire chiamate più chiare in qualsiasi situazione. Le cuffie inoltre sono dotate di connettività Bluetooth 5.0 con supporto alle connessioni multi-dispositivo e alla ricarica wireless ultraveloce QI, e offrono gesture touch personalizzabili e integrazione con il servizio di streaming musicale Spotify.

Impermeabili secondo lo standard IPX2, hanno anche un’apposita app per l’impiego con gli iPhone. A stupire però è soprattutto la loro autonomia. Stando a quanto riportato da Amazon, gli auricolari dovrebbero infatti funzionare per ben 11 ore con una singola carica, mentre utilizzando la custodia è possibile raggiungere addirittura le 22 ore di autonomia. Grande assente è soltanto la tecnologia di soppressione attiva del rumore ambientale, ma al prezzo proposto probabilmente non si poteva pretendere di meglio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ad Harvard sta nascendo il computing del prossimo millennio, basato sull’interazione “intelligente” tra luce e materia

next
Articolo Successivo

93 milioni di selfie al giorno, è la nuova ossessione della contemporaneità?

next