“Gli arbitri non possono decidere le partite. Sono disgustato“. Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha sfogato così la sua rabbia al termine del match perso 3 a 0 dai viola contro la Juventus all’Allianz Stadium di Torino. Una partita decisa da due calci di rigore realizzati da Cristiano Ronaldo, prima del gol al 91′ di De Ligt. In entrambe le occasioni, l’arbitro Pasqua ha consultato il Var prima di confermare la sua decisione. Il primo penalty è stato assegnato per un fallo di mano di Pezzella, il secondo per un contatto tra Ceccherini e Bentancur. Su questo secondo episodio in particolare si concentrano le polemiche di Commisso, a cui ha risposto il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved: “Siamo stufi di questo andamento, è da tempo che si usa la Juventus in modo sbagliato, perché vince con merito, sul campo. Le decisioni le prendono gli arbitri. Abbiamo anche il Var. Andate a rivedere gli episodi”.

Il presidente della Fiorentina, parlando ai microfoni di Dazn, ha citato più di un episodio che a suo dire a penalizzato la viola in queste e nelle precedenti partite: “Con il Genoa non ci hanno dato rigore, con l’Inter non ci hanno dato rigore, oggi ci hanno dato due rigori contro, forse il primo ci stava ma il secondo sicuramente no“. “Le partite le devono vincere i giocatori – ha aggiunto Commisso – La Juventus non ha bisogno di aiuti dagli arbitri. Sono disgustato da quello che ho visto oggi, ma pure da ciò che ho visto la settimana scorsa col Genoa o con l’Inter. Se si vuole mandare il calcio in tutto il mondo non si possono verificare le situazioni che sono accadute oggi. Sono arrabbiatissimo, se la Juve è più brava di noi lasci che vinca sul campo, non che venga aiutata dall’arbitro”, ha concluso il patron viola.

Parole a cui ha risposto Nedved parlando a Sky Sport: “Noi abbiamo meritato – ha sostenuto – è stata una partita ben giocata da entrambe le squadre, la Juve è stata più forte. Queste parole fanno male al calcio, così allontaniamo le persone dagli stadi”. “Non si deve entrare così e dire queste cose dopo le partite”, ha ripetuto il vicepresidente bianconero. Su Twitter è arrivato invece lo sfottò di Lapo Elkann che ha postato la foto di una bistecca alla fiorentina scrivendo “Ben cotta”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Luciano Gaucci: da Gheddafi a Matarrese, ritratto di un uomo sempre sopra le righe. Olive: “Con lui ne succedeva una al giorno”

next
Articolo Successivo

Milan-Verona 1-1, senza Ibra non arriva la vittoria. L’Atalanta frena col Genoa (2-2), la Lazio riparte e travolge la Spal: 5-1

next