Un terremoto di magnitudo 6.8 ha colpito la provincia turca di Elazig, nell’est del Paese, intorno alle 19 italiane, provocando il crollo di diversi edifici e la morte, con dati aggiornati alle 23 di venerdì, di 14 persone. Primo a dare la notizia del sisma è stato l’osservatorio sismologico di Kandilli a Istanbul, secondo cui l’epicentro si trova a una profondità di 10 chilometri. La Protezione Civile turca ha inviato squadre di soccorso sul campo.

Inizialmente, il ministro dell’Interno di Ankara, Suleyman Soylu, aveva dichiarato che “ci sono diversi edifici distrutti, ma non ci sono vittime”, soltanto “due feriti”. Nel distretto di Sivrice, epicentro del sisma, “ci sono 4-5 edifici distrutti”, mentre “nel centro di Elazig ci sono dieci edifici seriamente danneggiati. Diversi edifici sono danneggiati o distrutti anche nel distretto di Poturge“, nella vicina provincia di Malatya, aveva poi concluso.

Dichiarazioni, quelle sul numero delle vittime, smentite dagli aggiornamenti che si sono susseguiti col passare delle ore, mentre le operazioni di ricerca andavano avanti. In un primo momento, il titolare degli Interni turco ha aggiornato il numero a quattro, per poi fornire un nuovo totale di 14 morti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giulio Regeni, a 4 anni dalla morte la verità è al Cairo: ma gli inquirenti non collaborano. E gli affari tra Italia ed Egitto oscurano le indagini

next
Articolo Successivo

Turchia, terremoto di magnitudo 6.8: almeno 29 morti e oltre 1.200 feriti. Erdogan: “Abbiamo sempre superato queste prove”

next