“Di Maio accusa di fuoco amico? Potrei chiedergli i diritti d’autore”. Scherza Matteo Renzi, al termine della conferenza stampa in Senato sul bonus per i diciottenni, sulle dimissioni di Luigi Di Maio da capo politico del M5s. “Sono l’ultimo adatto parlare di lui perché nessuno mi ha insultato come i 5 stelle, dico solo che quando uno se ne va quelli che lo hanno adulato fino al giorno prima di solito si scoprono ipocriti. Gli auguro di non vivere questa vicenda umana”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mattarella a Gerusalemme: “La testimonianza della Segre è patrimonio per l’Italia: mai abbassare guardia su antisemitismo e fascismo”

next