La scorsa settimana, durante il Media Day organizzato da PG Esports con i team di League of Legends impegnati nella prossima stagione dei PG Nationals, sono state spiegate da Marco Soranno, League Operations Manager per il tournament organizer italiano, alcune delle novità previste per il 2020.

Innanzitutto dalla riorganizzazione degli EU Masters, quest’anno organizzati direttamente da Riot Games, l’Italia ha ottenuto uno slot aggiuntivo nella coppa europea, vedendo dunque il primo classificato della prossima stagione dei PG Nationals di LoL volare direttamente alla fase a gruppi, mentre i secondi classificati avranno un posto nella fase preliminare, attraverso cui potranno ottenere accesso alla successiva fase a gruppi. Per il 2020 PG Esports ha deciso di puntare sulla valorizzazione mediatica dei giocatori, e quindi cercherà in collaborazione con i team di dare la possibilità al pubblico di conoscere meglio i ragazzi impegnati nel torneo. Rispetto agli scorsi due anni cambiano anche i giorni di trasmissione, vedendo l’intero campionato trasmesso sul canale Twitch di PG Esports ogni Mercoledì e Giovedì dalle 18 in poi, con il commento affidato al quartetto composto da Lapo “Terenas” Raspanti, Roberto “KhenRen” Prampolini, Edoardo “EddyNoisePrisco ed Emiliano “Moonboy” Marini.

Il campionato inizierà il 22 Gennaio e vedrà scendere nella landa per la prima fase del campionato le 8 squadre italiane più forti a partire da Campus Party Sparks, due volte campioni nel 2019, Qlash Forge, campioni primaverili nel 2018, ed Outplayed, campioni estivi nel 2018, a cui si affiancheranno gli altri 3 team superstiti della scorsa stagione – Samsung Morning Stars, Racoon, e MOBA – e le due neopromosse YDN e Cyberground Gaming.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Successivo

Sony WH-1000XM3 cuffie Bluetooth con cancellazione del rumore in sconto del 27% su Amazon

next