Una decisione presa “con grande tristezza”, quella di rinunciare ai titoli reali, ma “non c’era altra scelta” per poter vivere quella che spera essere “una vita in pace”. Così ha detto il principe Harry durante un evento di beneficenza a favore dei bambini colpiti dal virus dell’Hiv in Africa rompendo il silenzio sull’addio suo e di Meghan alla Famiglia Reale. “Il Regno Unito è la mia casa e il luogo che adoro”, ha affermato, sottolineando che “la decisione che ho preso con mia moglie di fare un passo indietro non è stata presa alla leggera. Sono stati mesi di discussioni dopo anni di sfide. Ma non c’era davvero altra possibilità”.

Parlando della moglie Meghan, Harry ha detto che “condivide i suoi stessi valori” e che insieme erano “pieni di speranza” quando si sono sposati. Rivolgendosi alla regina, Harry ha detto di avere il “massimo rispetto per mia nonna, il mio comandante in capo, che mi ha preso sotto la sua ala quando ho perso mia madre 23 anni fa”, spiegando che “la nostra speranza era quella di continuare a servire la Regina, il Commonwealth e le associazioni militari, ma senza finanziamenti pubblici”. “Sfortunatamente, non è stato possibile e l’ho accettato, sapendo che non cambia chi sono o quanto sono impegnato”, ha detto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez