Una scossa di terremoto di magnitudo 4 è stata registrata alle 00:37 in provincia di Catanzaro. Il sisma si è verificato ad una profondità di 8 chilometri e ha avuto epicentro a 6 chilometri dal comune di Albi. Vigili del fuoco e Carabinieri hanno confermato che finora non sono stati accertati danni, anche se sono state numerose le chiamate al numero di emergenza 115 e le verifiche proseguono.

I sindaci di quattro comuni della provincia hanno disposto, a titolo precauzionale, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. I centri interessati dal provvedimento sono Albi, Pentone, Magisano e Zagarise. Il comune maggiormente interessato dal sisma è Albi, dove in seguito alla scossa alcune persone, in particolare quelle che abitano nei piani alti degli edifici, sono scese in strada, per poi rientrare in casa dopo il cessato allarme.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Decreto sisma, c’è un buco: rimozione delle macerie bloccata. Conte assicura soluzione in Milleproroghe. Le aziende: “Troppo tardi”

next
Articolo Successivo

Migranti, oltre 130 in Sardegna dall’Algeria con i barchini. E presto aprirà il primo centro per i rimpatri

next