“Io e Alessandro di Battista vogliamo mettere insieme qualcosa di culturale che si richiama alle origini del Movimento, magari un gruppo di lavoro o uno spettacolo teatrale. Siamo in contatto da tempo e abbiamo le idee chiare”. È l’annuncio di Gianluigi Paragone, senatore espulso da M5S, a Mezz’ora in Più su Raitre. Ospite del programma di Lucia Annunziata, il giornalista ha detto che il Movimento 5 stelle va verso “una naturale implosione”, ripetendo che lui e Di Battista realizzeranno qualcosa che vada nella direzione del M5s di un tempo per “essere ancora antisistema”.

Nella fattispecie, non si tratterà di una fondazione, ha spiegato Paragone, “ma pensiamo a un gruppo di lavoro, che trova nelle pagine social un elemento di condivisione”. Poi l’indizio: “Magari daremo vita a uno spettacolo teatrale che spieghi il perché di certe cose”. Per quanto riguarda il futuro prossimo del Movimento 5 Stelle, invece, Paragone è convinto che il capo politico Luigi Di Maio non si dimetterà: “Farà di tutto per tenersi appiccicato a questo potere. È nella natura stessa di Di Maio – ha concluso – un trentenne che dice e pensa di aver raggiunto per merito proprio quella posizione e non la vuole lasciare”. Per quanto riguarda le regionali in Emilia Romagna, invece, Paragone ha detto che lui si asterrebbe: “In bocca al lupo al candidato del Movimento ma è fuori gara”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

L’ex ministro Flick a Sky Tg24: “Legge elettorale usata per fini politici. Mi fa paura che si torni a proporzionale puro, ora forse non va più bene”

next
Articolo Successivo

Primarie Pd in Puglia, vince Michele Emiliano con il 70%: è di nuovo il candidato governatore. Alle urne in 80mila: affluenza in calo

next