“Se ci tieni alla tua stessa vita non minacci la vita della nostra gente”. Così Donald Trump commenta l’uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani, sottolineando che gli Stati Uniti sono pronti a “valutare tutte le opzioni per rispondere alla minaccia” di Teheran. Immediate, ha sottolineato il presidente degli Usa, le sanzioni economiche per il paese, almeno “finché l’Iran non cambierà comportamento”. Secondo il tycoon è necessario che “Regno Unito, Francia, Germania, Russa e Cina riconoscano la realtà”, staccandosi “dai resti dell’accordo iraniano” e valutando quindi un nuovo accordo.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

L’Iran spara a salve, Trump gongola. La fiammata di tensione potrebbe essersi spenta qui

next
Articolo Successivo

Libia, il generale Haftar lascia Palazzo Chigi dopo tre ore di incontro con Conte

next