Nonostante le tensioni in Medio Oriente per lo scontro Usa-Iran, giornata tranquilla a Piazza Affari che dopo un’apertura in calo ha recuperato le perdite spinta verso l’alto anche da Atlantia. Il titolo della holding della famiglia Benetton è in grande spolvero e durante la seduta è anche stata sospesa per eccesso di volatilità. Atlantia è in recupero grazie alle indiscrezioni – riportate dal Sole 24 Ore – secondo cui il nuovo piano industriale della controllata Autostrade per l’Italia comprenderà un “maxi piano di investimenti” nella manutenzione. Come del resto promesso nei giorni scorsi dal nuovo ad Roberto Tomasi nel tentativo di evitare la revoca della concessione autostradale.

Il numero della concessionaria – che terrà un consiglio d’amministrazione il 16 gennaio – aveva aperto il fronte della trattativa con il governo in un’intervista al Corriere della Sera: “Abbiamo già avanzato le nostre proposte, abbiamo pronti 13 miliardi in 18 anni”. Per Tomasi, che ha promesso anche una velocizzazione dei cantieri, un si tratterebbe di un “accordo doveroso” per “coniugare l’interesse pubblico, i diritti di chi fa impresa e le regole dello Stato di diritto”. L’amministratore delegato di Autostrade aveva anche rivendicato: “Abbiamo rivoluzionato il sistema dei controlli, affidando a società terze le verifiche sullo stato dei viadotti e delle gallerie”. Oltre a ricordare che Spea – controllata dalla stessa Autostrade – è stata esautorata dai suoi compiti negli scorsi mesi.

Pur senza crolli significativi, in scia a quelle asiatiche che hanno chiuso male dopo l’attacco dell’Iran alle basi Usa in Iraq, le altre Borse europee navigano in terreno negativo. Di nuovo sui massimi invece il bene rifugio per eccellenza, l’oro, salito fino a 1.600 dollari l’oncia. Vola anche il petrolio, ai massimi da sette anni. Sui mercati è tornata dunque l’avversione al rischio dopo la notizia della rappresaglia di Teheran in risposta all’uccisione del generale Qassem Soleimani ordinata da Donald Trump. Il listino tedesco Dax, che in apertura perdeva lo 0,70%, ha invertito la rotta nel corso della mattinata, mentre restano deboli Londra e Madrid.

Sebbene l’attenzione degli investitori sia rivolta allo scenario internazionale, in Italia – oltre al caso Autostrade – si guarda anche alle audizioni in Parlamento sui decreti varati dal governo per i salvataggi di Alitalia e Popolare di Bari. Alla Camera saranno ascoltati, dopo l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, i commissari straordinari della PopBari, i sindacati, le associazione dei consumatori e il Fondo interbancario di tutela dei depositi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Germania, aumenta la disoccupazione per la prima volta in sei anni: “Mercato del lavoro stabile, ma segni di debolezza dell’economia”

next
Articolo Successivo

Leonardo vince la commessa da 648 milioni di dollari per 130 elicotteri della Marina Usa

next