Il Comune di Reggio Emilia, in occasione del centenario della nascita di Nilde Iotti (aprile 2020), ha prodotto un video rivolto alle nuove generazioni perché non venga dimenticata una delle sue cittadine più illustri e prima donna nella storia della Repubblica italiana a ricoprire una delle tre massime cariche dello Stato. All’interno immagini originali della parlamentare, resistente ed esponente del Pci che per tre legislature, tra il 1979 e il 1992, è stata presidente della Camera; ma anche letture dei suoi interventi più significativi recitati in prima persona. Il progetto è stato presentato in anteprima il 4 dicembre al Teatro Ariosto di Reggio Emilia, alla presenza del presidente di Montecitorio Roberto Fico, e in occasione dell’apertura dell’anno di celebrazioni in onore di Nilde Iotti, organizzata proprio nel ventennale della sua scomparsa.

Il video è stato prodotto dal Comune e realizzato da Telereggio con il contributo di Boorea e il libro “Nilde Iotti. La ragazza dalle spalle larghe”, edito da Consulta e curato da Andrea Canova del servizio Officina educativa del Comune di Reggio Emilia. Il testo raccoglie documenti, testimonianze e interviste per raccontare la figura della Iotti e sarà distribuito agli studenti in occasione del convegno e successivamente ai ragazzi delle scuole che aderiranno al progetto. Il Comune e la Provincia hanno scelto di “promuovere” un percorso di educazione civica che avvicini i cittadini e le scuole reggiane “alla figura della Donna delle Istituzioni per antonomasia, nella storia dell’Italia repubblicana”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mattarella concede la grazia a Umberto Bossi: era stato condannato per vilipendio al presidente Giorgio Napolitano

next
Articolo Successivo

In Italia la politica è una ‘cosa da Matt’

next