Sono probabilmente scivolati sul ghiaccio i due escursionisti morti dopo essere precipitati durante un’escursione in montagna, sulla Maiella, nel Pescarese. Il decesso è stato constatato dal medico del 118, intervenuto con l’elicottero. È in corso il recupero dei corpi da parte del Soccorso alpino (Cnsas) e vigili del fuoco. Sul posto anche i carabinieri. Soccorsi e trasportato in ospedale i due compagni di escursione, che subito dopo l’incidente hanno lanciato l’allarme.


È stato trovato morto Matteo Martellini, il 30enne di Città Sant’Angelo (Pescara), disperso da venerdì scorso sul Gran Sasso. Il corpo è stato individuato dai soccorritori sul versante sud-ovest del Monte Camicia in un canale nei pressi del sentiero del Centenario a 2.200 metri di quota.Secondo le prime informazioni il giovane sarebbe scivolato durante un’escursione in solitaria. Anche in questo caso a recuperare il corpo il personale del Soccorso Alpino (Cnsas) con l’elicottero del 118 dell’Aquila. L’allarme era stato lanciato alle 23.30 di venerdì dai familiari del giovane dopo il mancato rientro dall’escursione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ponte Morandi, ora Luciano Benetton scarica i suoi manager e fa la vittima: “Basta odio contro di noi, ci riteniamo parte lesa”

next
Articolo Successivo

A6 Torino Savona, chiuso di nuovo il tratto tra Altare e il bivio con la A10 per motivi di sicurezza

next