“Ilvoto di ieri su Rousseau dimostra che l’uomo solo al comando scoppia, c’è la necessità di gestire il Movimento in maniera più collegiale e plurale”. Così il senatore del M5s, Nicola Morra, a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. Il presidente della commissione Antimafia ha aggiunto: “I voti li rispettiamo, perché dovremmo sostenere il candidato del centrosinistra Stefano Bonaccini? La richiesta degli attivisti è un’altra“.

L’ipotesi che una parte del Movimento del 5 stelle, quella che fa capo a Luigi Di Maio, torni con la Lega “è risibile, frutto della fantapolitica” ha detto Morra.

Audio Radio 24

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Meccanismo europeo di stabilità, “non risolutivo” il vertice a Chigi. Moscovici: “È compromesso favorevole all’Italia”

next
Articolo Successivo

M5s, dopo l’ok alle liste il nodo delle alleanze divide il Movimento: “Votare online”. La linea Di Maio: “Solo civiche, no alleanze col Pd”

next