Il maltempo, che sta creando danni e disagi in tutta Italia, dopo Venezia non ha risparmiato un altro importante bene artistico. Un’ampia porzione superficiale, 150 metri quadrati, del terreno della scarpata del viale di accesso agli scavi di Ercolano, il viale Maiuri, è franata nella notte sull’area archeologica, in particolare nell’area della Domus di Telefo.

“A causa del maltempo e delle intense piogge degli scorsi giorni, questa notte – informa una nota dell’Ufficio stampa del Parco Archeologico di Ercolano – si è verificato uno scivolamento corticale di terreno nella parte sud-est della scarpata del viale che collega la città moderna con la città antica”. Il giardino della domus di Telefo era un’area già precedentemente interdetta al pubblico. I tecnici del parco archeologico sono già sul posto per verificare l’entità del danno e avviare immediatamente le prime operazioni di messa in sicurezza e di ripristino degli ambienti. La zona era interessata da mesi da interventi di manutenzione ordinaria.

Foto di archivio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Omicidio Caruana Galizia, preso presunto mandante: imprenditore, in fuga su yacht. “Cronista indagava su tangenti a sua azienda”

prev
Articolo Successivo

Reggio Emilia, rientrato l’allarme bomba in Tribunale

next